Perché la russula ha preso questo nome e possono essere mangiate crude?

Le piogge autunnali e l'umidità sono un ottimo habitat per i funghi. Molte varietà sono considerate salutari, alcune vengono consumate crude o leggermente bollite. Russula ha preso questo nome a causa della presenza di russulin, una sostanza biologica attiva. Ecco perché possono essere utilizzati per qualsiasi opzione di cottura.

Perché le russule si chiamano così?

L'origine della parola "russula" risale ai tempi del dialetto slavo ecclesiastico antico. Quando decodificato, suona come cibo crudo, un fungo che può essere mangiato crudo. Tuttavia, la russula veniva utilizzata anche prima della scoperta della russulin.

Per molto tempo, i raccoglitori di funghi, durante la raccolta, sono stati guidati dall'olfatto, dalla vista, dalle papille gustative. Ad esempio, il podgruzdok viene consumato crudo o in qualsiasi altra forma. La possibilità di utilizzare il micelio è determinata dal gusto: se il cappello è amaro, inodore, luminoso, appiccicoso, non puoi mangiarlo.

La russula è l'opposto su tutti i fronti, il corpo fruttifero ha:

  • retrogusto dolciastro;
  • aroma caratteristico misto a dolcezza;
  • superficie del cappuccio ruvida al tatto;
  • struttura fragile del cappello e del gambo del micelio.

Il nome latino di russula è rússulus, che significa rosso o rossastro quando tradotto, perché la maggior parte dei funghi di questa famiglia ha un cappello rosso. La maggior parte della famiglia delle russule sono commestibili, altre specie sono leggermente amare, ma il retrogusto scompare dopo il trattamento termico o il decapaggio.

Perché la russula ha preso questo nome e possono essere mangiate crude?

È possibile mangiare i funghi russula crudi?

Si sconsiglia di assaggiare o mangiare le colture appena raccolte da vari tipi di russula. Nella foresta, anche questo non vale la pena farlo. Si consumano crudi al momento della raccolta solo se il raccoglitore di funghi è sicuro di appartenere alla varietà commestibile. La russulin contenuta nel micelio è stata scoperta abbastanza recentemente, ma è scarsa in altre varietà di micelio, quindi, a causa del sapore amarognolo, i funghi vengono lessati e poi utilizzati per varie pietanze. L'enzima li rende dolci, commestibili e aggiunge sapore. Non c'è affatto russulin nel micelio velenoso, quindi qualsiasi micelio mangiato causerà irritazione delle mucose, vomito e diarrea.

Importante! Indipendentemente dal fatto che la russula appartenga al gruppo commestibile, i funghi vengono bolliti o immersi in acqua calda per 15-30 minuti prima dell'uso.

Quale russula puoi mangiare cruda?

Gli scienziati hanno identificato solo 32 specie commestibili. Alcuni di loro si trovano in quasi tutte le foreste della Russia. In molti casi, i raccoglitori di funghi si imbattono nelle varietà più comuni di russula utilizzabili:

  • Blu-giallo. Il fungo ha un colore insolito: bordi blu scuro e un centro giallastro del cappuccio, quindi è interessante un nome così strano per la russula. Si trova nelle foreste di Europa, Asia, Russia ed è apprezzato per il suo insolito retrogusto nei piatti culinari gourmet.
  • Verde – il solito micelio grigio pallido. Il cappello al centro ha un colore verdastro. Il fungo è commestibile, non amaro. Cresce e si riproduce in boschi misti o decidui, per lo più adiacenti alla betulla.
  • Russula giallo oro o rosso. L'aspetto insolito è caratterizzato da un colore memorabile, il profumo delle rose. Ha un sapore dolce, non ha un sapore amaro. Si trova nelle foreste decidue e raramente nelle foreste di conifere. È considerata una prelibatezza della cucina europea.
  • Una varietà del fungo Forcella. La russula si mangia cruda, sa di funghi. Il micelio lamellare è flessibile e si assottiglia verso la base dello stelo. Cresce in foreste di qualsiasi tipo, che si trovano ai margini della foresta, nelle radure delle bacche.
  • Oliva – il cappuccio del micelio è secco e ruvido. Il colore oliva spesso allarma i raccoglitori di funghi. Da tempo il corpo del frutto viene utilizzato come fibra secca per integratori alimentari. Il micelio è gradevole al gusto e all'olfatto, si trova ovunque.
  • Pantano. Nonostante il nome, è molto nutriente per l'organismo, commestibile in qualsiasi forma.Non ha sapore, ma ha un gradevole aroma fruttato. È un fungo lamellare con cappello uniforme di colore rosso e polpa bianca densa. Può essere trovato nelle paludi, vicino a un ruscello o alla foresta di conifere.
  • Che sapore ha la russula cruda

    I funghi sono chiamati solo russula, ma la maggior parte delle specie deve prima essere determinata dal gusto e dalla commestibilità, quindi trattata con acqua bollente. Le qualità gustative della russula sono apprezzate per l'unicità dell'aroma e dei nutrienti. Tutte queste qualità sono più pronunciate nei funghi in salamoia. La polpa e il gusto dipendono dalla località di crescita del micelio, nonché dalla presenza di sostanze assorbite dal terreno. Le specie forestali sono le più deliziose: i raccoglitori di funghi la pensano così, ma il micelio coltivato sul proprio appezzamento o in condizioni artificiali è più utile. Dopo il trattamento termico, il gusto non scompare, a volte l'odore e il retrogusto diventano più pronunciati. Il micelio più comune non ha un sapore amaro, emana un sapore dolciastro o di fungo, spesso odora di ozono o di erba.

    Consigli! Se non è possibile confrontare il vero e il falso fungo, è necessario sondare il cappello del corpo fruttifero. Le varietà velenose sono più viscide, appiccicose al tatto.

    Conclusione

    Le russule hanno preso questo nome perché il loro micelio è innocuo per l'uomo se il fungo appartiene alla famiglia delle russule. Il corpo fruttifero delle specie commestibili è fragile. Il fungo è a basso contenuto calorico, quindi può essere utilizzato per diete e malattie del tratto gastrointestinale. Poiché i russuli crescono e si riproducono rapidamente, le spore possono essere acquistate durante la stagione del raccolto per provare a far crescere il vero micelio. Ciò elimina la necessità di cercare funghi in burroni o foreste.